We use cookies on this site to enhance your user experience. If you continue to browse, you accept the use of cookies on our site. See our cookies policy for more information.
Accept
SENDAI
  • TOKYO
  • SENDAI

HISTORY IN CITY

Il distretto di Nihombashi, a Tokyo, godeva di grande prosperità già nei secoli scorsi. Visto questo, e certamente non ve ne pentirete, potrebbe essere un'eccellente idea visitare anche Sendai, un po' più a nord del paese. Il mausoleo Zuihoden, dedicato al leggendario daymio Date Masamune, con i suoi vibranti colori sarà il punto di partenza di un viaggio di scoperta dei primi passi della storia della città.

Official Tokyo Travel Guide
https://www.gotokyo.org/it/

Local government official website
http://sendai-travel.jp/

I viaggiatori

  • Traveled : November, 2016 Annette White
    blogger e autrice di racconti di viaggio
    Risiede a Stati Uniti d'America
  • Traveled : November, 2016 Wendell T. Harrison
    redattore della rivista All About Japan
    Risiede a Tokyo
    Paese d'origine: Stati Uniti d'America

Aeroporto Internazionale di Los Angeles

  • Annette White

    Questo è stato il mio primo viaggio con ANA e spero che non sia l'ultimo. Puntualità e cortesia del personale di bordo sono come ne avevo sentito più volte parlare, ma anche il poggiapiedi mobile, lo schermo video personale con diversi film tra cui scegliere e la cena a base di lasagne o pasta asiatica e di frutta e yogurt, per tutti i gusti insomma, mi hanno più che soddisfatta.

ANA105 Come arrivare dal tuo paese

Aeroporto internazionale di Tokyomore

Aeroporto internazionale di Tokyo

Uno dei principali punti di accesso a Tokyo, conta diverse strutture commerciali e dalla piattaforma panoramica all'ultimo piano del terminal passeggeri, accessibile anche a chi non deve volare, si domina l'intera baia di Tokyo.

Area metropolitana di Tokyo

Primo giorno

TOKYO

Nihombashimore

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Nihombashi

Nota anche come la "città dei commercianti", quest'area di Tokyo fiorì già nel periodo di Edo grazie alla convergenza di cinque importanti arterie. Anche oggi, come testimoniano le lunghe file di uffici con frapposti grandi magazzini e negozi centenari, è una delle zone centrali della metropoli, non solo per il commercio ma anche per l'attività finanziaria.
Lungo il viale Chuo-dori, ad esempio, sorge la sede principale dei grandi magazzini Mitsukoshi, i primi eretti a Tokyo, nonché importanti opere culturali nazionali come il Takashimaya Nihonbashi, altro grande magazzino storico, e la Banca Centrale del Giappone. Come detto, non mancano numerosi antichi negozi specializzati e ristoranti tradizionali che svolgono ininterrottamente l'attività sin dal periodo di Edo. Anche lungo la Ningyocho, via dalla tipica atmosfera di zona centrale tradizionale, si trovano molti negozi del medesimo periodo storico ma è altresì famosa per il tempio scintoista Suitengu particolarmente visitato dalle giovani mamme che desiderano avere un figlio o che si affidano al kami locale perché i figli crescano sani, nonché per gli svariati negozi di oggetti ceramici, bambole e pupazzi e sottaceti di stagione.

  • Annette White

    <A spasso per Ginza>
    C'è qualcuno che non conosce Ginza? Beh, a Tokyo è il centro del lusso. Vi si trova di tutto in fatto di moda, cucina e gioielleria e le vetrine dei negozi sembrano più opere d'arte che semplici espositori commerciali.

    <A spasso per Nihonbashi e COREDO Muromachi (Dashi [il tradizionale brodo di pesce giapponese] e altro ancora al Nihonbashi Dashi Bar)>
    Una delle mie parti preferite del passeggiare a Nihonbashi è lo storico ponte sul fiume ma soprattutto ammirare la sua statua leonina.

    <Origami>
    Mi ha sempre affascinato l'intricatezza di queste stupende figure partendo da un semplice foglietto di carta e ciò forse spiega la mia gioia quando ho saputo che ci avrebbero portato proprio in un laboratorio di origami a COREDO. In verità ci avevo provato in passato ma senza grandi risultati, mentre questa volta sotto la guida dell'istruttore e di alcune istruzioni scritte ce l'ho fatta.

    <Pranzo ad Hounenmanpuku>
    Ad attenderti all'ingresso ci sono un elegante bonsai e alcuni barilotti di sakè. Si pranza a bento, il tradizionale pranzo fisso confezionato in un vassoietto, e il mio era un assortimento di tante squisitezze tradizionali così graziose e colorate che quasi mi dispiaceva mangiarle, anche se l'esitazione è durata ben poco visto il profumo che emanavano.

  • Wendell T. Harrison

    <A spasso per Ginza>
    Per chi viene a Tokyo anche Ginza è un tappa d'obbligo, se non addirittura una delle prime. A volte è curioso vedere l'alternanza di costruzioni antiche e di palazzi ultra-moderni e l'euforia delle persone più alla moda. Peccato che non ci siamo potuti andare durante il fine settimana.

    <A spasso per Nihonbashi e COREDO Muromachi (Dashi [il tradizionale brodo di pesce giapponese] ecc. al Nihonbashi Dashi Bar)>
    Sebbene viva a Tokyo, non conoscevo l'importanza di questa zona durante il periodo di Edo (1603-1868). Certamente ci sono passato molte volte ma - incredibile! - senza mai notare bene, come dovrebbe invece essere d'obbligo, le sue curiose statue.

    <Origami>
    Ah, qui non sono impreparato, anzi. Ma in questa occasione mi sono divertito di più a vedere come se la cavavano gli altri, molti alla prima esperienza. Fortunatamente l'insegnante era paziente e parlava molto lentamente, cosicché nessuno ha avuto grossi problemi. È un altro ottimo servizio per i turisti, e soprattutto economico.

    <Pranzo da Hounen Manpuku>
    Dopo la lezione di origami un ottimo pranzo in questo ristorante tradizionale giapponese.

JR della Chuo Line (JR EAST PASS)
Stazione di Tokyo → Stazione di Yotsuya
JR della Sobu Line
Stazione di Yotsuya → Stazione di Yoyogi
40 minuti

Tempio Meiji Jingumore

Tempio Meiji Jingu

Tempio scintoista eretto nel 1920 per ospitare lo spirito dell'Imperatore Meiji e della consorte Dowager Shōken, sorge in un vasto bosco artificiale di oltre centomila piante donate da ogni angolo del Giappone.
Ad ogni inizio d'anno richiama il maggior numero di fedeli di tutti i tempi di Tokyo per la cosiddetta hatsumode, la prima visita al tempio dell'anno.

  • Annette White

    <Meiji Jingu (il pozzo di Kiyomasa)>
    Camminare nel vasto spazio di questo tempio ti dà una profonda sensazione di pace, soprattutto nel suo bosco, sui ponticelli e nella pittoresca casa da tè. Quando siamo giunti si stava celebrando un matrimonio, il che ha aggiunto un tocco speciale di cultura tradizionale.

  • Wendell T. Harrison

    <Meiji Jingu (il pozzo di Kiyomasa)>
    Ecco un altro luogo di Tokyo da non perdere, a partire dall'enorme torii che tradizionalmente segna l'ingresso ai templi scintoisti e che da solo vale la visita.Due inchini di ringraziamento come fanno tutti e ci siamo quindi incamminati verso la grande costruzione accompagnati sui due lati da alberi maestosi, con gran fortuna arrivando proprio mentre si stava svolgendo un matrimonio.

A piedi
30 minuti

Nezu Museummore

Nezu Museum

Fondato nel 1941 da Nezu Kachiro, uomo d'affari e un tempo altresì presidente della società Tobu Railways Co., Ltd., ospita una collezione di opere antiche dell'arte giapponese e asiatica. Nell'ottobre 2009 ha subito importanti lavori di ristrutturazione sotto la guida dell'architetto Kuma Gengo, che di questo ampio spazio che invita al relax ha fatto uno dei luoghi culturali più piacevoli della città.
È altresì caratterizzato da un giardino di stile giapponese di ben 17 mila metri quadrati, una sorta di oasi in città che non manca mai d'incantare i visitatori in ogni stagione dell'anno.

  • Annette White

    <Museo di Nezu>
    Ospita un'incredibile collezione di opere del Giappone pre-moderno e di arte orientale, ma a renderlo ancor più interessante è lo splendido giardino. Infatti ho speso quasi tutto il tempo passeggiando proprio qui, fermandomi a ogni pietra muschiata, attraversando ogni ponticello e lanciando frequenti sguardi alle acque calme del suo stagno. Non riesco ancora a credere che proprio nel centro di una metropoli sempre indaffarata come Tokyo si possano trovare luoghi di una calma quasi surreale come questo.

    <Cena al Teyan-tei>
    Un po' nascosto in una zona residenziale, visto da fuori non sembra affatto un ristorante. Infatti la prima volta ci siamo passati davanti senza accorgercene. Cose che succedono in Giappone e che ti rendono l'esperienza turistica particolarmente affascinante.

  • Wendell T. Harrison

    <Museo di Nezu>
    Il museo si trova ad Omotesando, uno dei distretti più alla moda della città, e il contrasto che crea con le eleganti costruzioni moderne adiacenti emana un fascino tutto particolare. Durante la nostra visita era in corso un'esposizione intitolata a Maruyama Okyo, pittore per la verità a me sconosciuto ma le cui opere che coniugando la leggerezza del tratto tipico dell'acquerello con la profondità di colori intensi acquistano una aspetto quasi tridimensionale.

    <Cena al Teyan-tei>
    Dopo un'intera giornata a piedi in giro per Tokyo è bello mettersi a tavola con un gruppo di amici. E dato che siamo in Giappone, in occasioni così forse non c'è nulla di meglio di un buon izakaya, una sorta di pub molto popolare. Il nostro, di stile particolarmente tradizionale, si trova nella zona di Azabu e ha persino una saletta privata molto bella a cui si accede... dalla cucina. Mai vista una cosa così prima!

Tokyo Metro Ginza Line
Stazione di Omotesando → Stazione di Akasakamitsuke
Tokyo Metro Marunouchi Line
Stazione di Akasakamitsuke → Stazione di Tokyo
30 minuti

Hotel Metropolitan Tokyo Marunouchi

  • Annette White

    <Hotel Metropolitan Tokyo Marunouchi>
    Non si potrebbe trovare in posizione più comoda di questa! Infatti è proprio fuori dalla stazione ferroviaria di Tokyo, da dove partono i metro e i treni per qualsiasi parte del Giappone.

  • Wendell T. Harrison

    <Hotel Metropolitan Tokyo Marunouchi>
    Questo hotel è situato in una posizione molto favorevole per chi deve visitare la città. Infatti è direttamente collegato alla stazione ferroviaria centrale di Tokyo, posizione imbattibile se si deve prendere il treno o la metropolitana il mattino presto. Le camere sono modernamente arredate e ben corredate di accessori.

Secondo giorno

TOHOKU(SENDAI)

9:08 Stazione di Tokyomore

9:08 Stazione di Tokyo

Nell'ottobre 2012 sono terminati i lavori di restauro e preservazione dello storico edificio lato Marunouchi della stazione più importante di Tokyo, che ne hanno ripristinato la tanto cara facciata a mattoni rossi, suo autentico simbolo, e valorizzato svariati particolari architettonici per riportarla all'aspetto di grandiosità di un secolo fa, quando fu costruita. Con l'occasione hanno riaperto i battenti la Tokyo Station Gallery e il Tokyo Station Hotel, quest'ultimo primo e unico a sorgere in un'opera considerata importante patrimonio culturale del Giappone, con gli interni realizzati in un sofisticato stile neo-classico europeo proprio per armonizzarli con gli esterni dell'edificio di Marunouchi.

Treno JR Shinkansen Hayabusa 9 (JR EAST PASS)
Tokyo → Sendai

  • Annette White

    <Shinkansen>
    Puntuale al minuto, come piace a me, è anche molto comodo e soprattutto spazioso per gambe e piedi. Questi treni super veloci sono sempre affollati ma silenziosi, il che favorisce un sonnellino o, come nel mio caso, qualche decina di minuti per annotare qualche appunto di viaggio con il sedile reclinato. Dopo un'ora e mezza eravamo a destinazione.

  • Wendell T. Harrison

    <Shinkansen>
    Mi aggiungo al coro: i treni Shinkansen sono molto affidabili, confortevoli e convenienti. Per la prima volta da quando vivo a Tokyo sono salito sull'Hayabusa, che tra l'altro ha il mio colore preferito, il turchese. Forse la parte più eccitante del viaggio per me!

10:40 Stazione di Sendaimore

10:40 Stazione di Sendai

Oltre ad essere di per sé un'importante attrazione turistica, è un importante snodo di accesso a tutte le destinazioni nella regione di Tohoku. Ad esempio, con i treni delle linee JR è possibile raggiungere Yamadera, Matsushima e Hiraizumi in meno di un'ora. Vi si trovano molti negozi con le specialità di Sendai. Gyutan-dori e Sushi-dori, due delle vie principali, contano un'ampia varietà di ristoranti di lingua di manzo, la vera specialità del luogo, e di sushi, tutti con menu in più lingue per renderli più facilmente accessibili al turista straniero. Anche i frappé zunda del ristorante Zunda Saryo, a base di edamame, fagiolini verdi di soia, si trovano solo qui: è una deliziosa bevanda originale dall'aspetto un po' irregolare da gustare fresca.

A piedi
25 minuti

Mediateca di Sendaimore

Mediateca di Sendai

Dalle facciate completamente in vetro su ogni lato, questa futuristica costruzione lungo il viale Jozenji-dori non può non cogliere l'attenzione di chiunque. Gestita da un ente della città di Sendai, vi si svolgono svariate attività culturali principalmente legate all'arte, all'animazione e a alle altre espressioni mediatiche moderne.
Opera del celebre architetto Toyo Ito, vincitore del Pritzker Architecture Prize, è a buon diritto uno spettacolo da non perdere quando si è a Sendai.

  • Annette White

    <Mediateca di Sendai>
    La mia prima sosta a Sendai è stata la medioteca, centro d'interesse culturale della città sviluppato in una straordinaria architettura di sette piani completamente di vetro trasparente. Anche all'interno è un'opera d'arte architettonica.

    <Castello di Sendai>
    La sola vista di ciò che rimane di questo castello ne fa immediatamente immaginare la lunga e tormentata storia. Distrutto prima da un incendio nel 1882 e poi nel 1945 dai bombardamenti aerei, la sue imponenti pareti di pietra riescono in qualche modo a dare un'idea di come doveva essere stato, soprattutto dopo avere esplorato il piccolo altipiano del Monte Aoba su cui sorge e contemplato per lunghi minuti la città sottostante. Oggi una parte della antiche fondamenta è occupata da un tempio.

  • Wendell T. Harrison

    <Mediateca di Sendai>
    La mediateca di Sendai è sorprendente. Vederne la struttura interna tubolare che tiene in piedi questo straordinario esempio architettonico moderno è stato il primo impulso per me dato che amo molto l'architettura, ma immagino che tutti a Sendai ne siano orgogliosi.

    <Castello di Sendai>
    È un'ottima idea visitarlo, se non altro perché aiuta a conoscere l'interessante storia di Sendai. Ad esempio è qui che ho sentito parlare per la prima volta di Date Masamune, l'antico signore feudale del luogo. Purtroppo il castello in sé non esiste più - rimangono solo le fondamenta e le pareti di pietre - ma esiste un modello in scala che ne ricostruisce l'aspetto originale e proiezioni molto ben fatte che ne raccontano i tempi gloriosi. Con l'occasione è raccomandabile conoscere anche un po' della vita di Date prima di visitarne il mausoleo.

Autobus Loople Sendai
Aoba-dori Ichibancho → Zuihoden Mausoleum
Circa 10 minuti

Zuihodenmore

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Zuihoden

È un magnifico mausoleo eretto nel 1637 alla morte di Date Masamune, il primo signore feudale del dominio di Sendai. Nel 1931 designato tesoro nazionale, durante il secondo conflitto mondiale fu interamente distrutto da un incendio e la sua fisionomia attuale è il risultato della ricostruzione. I gradini lungo la lieve pendenza all'ingresso e il gruppo di alti cedri contribuiscono a rendere il luogo adatto per passeggiate rilassanti.

  • Annette White

    <Zuihoden>
    Questo è il mausoleo di Date Masamune, antico signore locale. Credetemi se vi dico che qui tutto è surreale. Conosciuto, appunto, come Zuihoden, questa impressione può forse venire dai cedri giapponesi che accompagnano lungo il passaggio, dalle raffigurazioni di pietra ricoperte di muschio o proprio dalle decorazioni della costruzione che raffigurano le tradizioni culturali del periodo Momoyama. A me è sono piaciute soprattutto l'intricata struttura lignea e le decorazioni dorate.

    <Cena al Tsuda-Sengyoten>
    Quando abbiamo preso posto al tavolo c'era già un fornello a carbone bell'e pronto e subito ci hanno servito il pesce con cottura fai da te. Questo sì che è stato divertente, ma la parte più interessante è giunta alle 19:30 con l'asta del pesce fresco. Sì, avete capito bene. Ai clienti viene fatto indossare un cappellino numerato per identificarli nell'offerta pubblica che avrebbe procurato loro la cena. Ha ha! anche noi abbiamo partecipato ricevendo alla fine un eccellente pesce piatto che subito lo chef ha trasformato in un eccellente sashimi.

  • Wendell T. Harrison

    <Zuihoden>
    Qui riposa lo spirito di Date Masamune e della famiglia e a Sendai è considerato un luogo molto sacro. Quello che maggiormente mi ha colpito di questa costruzione è la forte presenza del nero, un tipo di colorazione molto rara negli altri mausolei e templi che ho visitato in Giappone. Non appena si giunge in cima alla collina appare infatti davanti a sé il grande portale nero riccamente decorato e rifinito in oro, una visione magnifica così come deve essere stata anche a quei tempi.

    <A spasso per Ichibancho>
    Camminare per le isole pedonali di Sendai è forse il modo migliore per darsi un'idea della vita quotidiana della città. Vi sono anche parecchi negozi e negozietti, in uno dei quali ci hanno offerto un delizioso tè caldo di orzo.

    <Cena al Tsuda-Sengyoten>
    La sera l'abbiamo passata in questo incredibile izakaya locale specializzato in pesce che i clienti cucinano da sé su una piccola griglia di carbone. Questo modo di cucinare si chiama robata-yaki, che significa appunto cucinare sul fuoco", o semplicemente robata. Tutto estremamente buono, anche se per me il momento più appagante della cena, oltre che novità assoluta nella mia esperienza di vita in Giappone, è stato quando ho potuto avidamente "ripulire" una ad una le grosse lische di tonno fresco. Ma dire fresco non da bene l'idea, perché è come se fosse stato appena pescato. Veramente incredibile questo modo di gustare il tonno!

Metro della Tozai Line
Stazione di Omachi Nishi-koen → Stazione ferroviaria di Sendai

A piedi
3 minuti

Hotel Metropolitan Sendai

  • Annette White

    <Hotel Metropolitan Sendai>
    Situato proprio fuori dalla stazione ferroviaria di Sendai, offre ottime e comode camere; anche la mia era molto confortevole e dotata di tutti i moderni accessori da notte di cui si ha bisogno.

  • Wendell T. Harrison

    <Hotel Metropolitan Sendai>
    Questa è la versione di Sendai dell'omonimo hotel di Tokyo. Le camere sono infatti egualmente confortevoli e rilassanti.

Terzo giorno

Hotel Metropolitan Sendai

  • Annette White

    <Mercato Asaichi di Sendai>
    Girare fra le centinaia di banchi uno a ridosso dell'altro ti fa immaginare come sarebbe bello spassarsela con tutto questo ben di dio se si avesse subito a disposizione un fornello! La mia attenzione però è subito caduta su un banco che friggeva davanti a tutti succulente crocchette di patate.

  • Wendell T. Harrison

    <Mercato Ameyoko Asaichi (del mattino) di Sendai)>
    Presto al mattino - beh, per la verità erano le nove - ci siamo recati all'Asaichi, il mercato, appunto, del mattino, virtuale punto d'incontro della gente del luogo. Sembra infatti il più popolare per lo shopping d'inizio giornata e infatti non ci si può praticamente muovere. Risultato: i pomodori in grappolo qui costano meno della metà che nel mio supermercato abituale di Tokyo!

JR della Senzan Line
Stazione di Sendai → Stazione di Sakunami
Circa 30 minuti
*Sendai Marugoto Pass (due giorni d'uso illimitato)

A piedi
Circa 25 minuti

Distilleria Miyagikyo (stabilimento Nikka Whisky di Sendai)more

Distilleria Miyagikyo (stabilimento Nikka Whisky di Sendai)

Oltre al famoso whisky qui si distillano e immagazzinano altri liquori. Durante il giro allo stabilimento, della durata di circa un'ora, è possibile osservare la varie fasi della produzione ed effettuare assaggi.

  • Annette White

    <Distillerie NIKKA WHISKY di Miyagikyo>
    In questo antico luogo silvano tutto è in perfetto ordine. Incredibilmente bello è anche il suo laghetto così com'è curiosa l'insegna su una botte posta all'ingresso. È anche un'eccellente fonte d'ispirazione per chi ama fotografare. La visita guidata ha toccato i diversi stadi e i vari edifici ove avviene la produzione del famoso whisky.

  • Wendell T. Harrison

    <Distillerie NIKKA WHISKY di Miyagikyo>
    Gli appassionati di whisky, specialmente della qualità NIKKA, amerebbero certamente questo incantevole angolo quasi paradisiaco immerso in una rigogliosa natura, nonché assistere al processo di produzione, fiutare il biondo distillato nei diversi stadi del lungo procedimento, vederne i grandi serbatoi e le botti d'invecchiamento e, naturalmente, assaporarlo e persino acquistarlo per farne un souvenir con i fiocchi.

JR Senzan Line
Stazione di Sakunami → Stazione di Ayashi
15 minuti

Dalla stazione di Ayashi prendereAutobus municipale
Stazione di Ayashi → Akiu Bunka no Sato Center
15 minuti

Akiu Kogei no Sato (Akiu Craft Park)more

Akiu Kogei no Sato (Akiu Craft Park)

Questo complesso di nove laboratori artigianali, stabilitosi in un ambiente naturale ricco di straordinarie bellezze, continuano una tradizione manifatturiera ereditata da tempi immemorabili per produrre con grande passione oggetti unici di rara bellezza.

  • Annette White

    <Parco artigianale Akiu>
    Il suo scopo è mantenere vivo l'artigianato giapponese. I mestieri rappresentati sono nove e io mi sono scelta quello delle tradizionali bamboline kokeshi. Infatti qui insegnano anche a decorarle e nell'adiacente laboratorio sono predisposti per l'occasione molti esemplari già modellati e quattro colori a scelta (verde, nero, giallo e rosso).

    <Cantine Akiu>
    La visita a questa vigna ha destato la nostra attenzione non appena ne abbiamo conosciuto l'origine. È un'iniziativa dell'architetto-proprietario che fa parte di un progetto più ampio per sostenere l'economia di Sendai dopo il terribile sisma del 2011. Ma l'idea gastronomica alla sua base è l'accoppiamento vino-ostriche, che in questa zona del Giappone sono tanto abbondanti quanto eccellenti, un duo che più perfetto di così è difficile da immaginare.

    <Illuminazioni di Rairaikyo>
    Partendo da un minuscolo centro di souvenir, a Rairaikyo abbiamo partecipato a un evento un po' originale e, infatti, una novità per me: passeggiare in un boschetto illuminato percorrendo un sentiero gioiosamente acceso di luce. Un piccolo mondo ma completamente diverso!

  • Wendell T. Harrison

    <Parco artigianale Akiu>
    A me piace molto dipingere e questa nuova esperienza è stata un nuovo tassello della mia esperienza artistica. L'istruttrice parlava solo giapponese, e questo all'inizio potrebbe procurare un po' di ansia al turista straniero. Ma era così paziente che, anche con l'aiuto di chiare istruzioni visive alle pareti, tutto è stato molto facile. Soprattutto ci ha esortato a non pretendere da noi stessi la perfezione... Dato che col tempo questi colori divengono di un bruno più intenso, sono curioso di vedere come saranno tra un paio d'anni.

    <Cantine Akiu>
    Quel giorno siamo stati fortunati perché abbiamo potuto parlare con il proprietario-fondatore delle cantine. Ci ha infatti spiegato come, vigna dopo vigna, facciano parte della sua missione di aiutare l'area a rifiorire dopo il tragico terremoto di alcuni anni fa. Oltre al vino già imbottigliato, appesi nell'attico c'erano alcuni grappoli in fase di essiccazione. Molto interessante è stato anche ascoltare la strategia di Sendai che intende trasformarsi in una nuova e importante zona vinicola del Giappone.Qui producono vini diversi, dal novello al fruttato e dal corposo al profumato di conserva di frutta.

    <Illuminazioni di Rairaikyo>
    In questa incredibile località si trova una delle più belle cascate del Giappone, e non lontano il luogo delle illuminazioni che hanno caratterizzato l'ultimo giorno del nostro breve viaggio. Illuminata era anche la cascata in sé che contribuiva a rendere l'atmosfera semplicemente stupefacente, tanto per i turisti quanto per la gente del luogo che è giustificatamente fiera di questo angolo di perfezione della natura.

Akiu Kogei no Sato → Iwanumaya
A piedi
20 minuti

Iwanumaya

Quarto giorno

Iwanumaya

Autobus navetta e autobus a orari fissi
Iwanumaya → Stazione di Sendai
45-60 minuti

Stazione di Sendai

Taxi Kataribemore

Taxi Kataribe

Mentre vi condurrà nelle zone devastate dal disastro sismico del 2011 mostrandovi le ferite ancora aperte, il conducente di questo particolare taxi vi parlerà di ciò che successe esattamente quel giorno e della furia distruttiva del terribile maremoto, ma anche di come sta procedendo la ricostruzione, delle lezioni imparate e degli sforzi per rafforzare nella gente lo spirito della preparazione ad ogni nuova eventualità.
Percorso base: stazione ferroviaria di Sendai → distretto di Gamo → distretto di Arahama → distretto di Yuriage → stazione di Sendai

Stazione di Sendai

Treno JR Shinkansen Hayabusa (JR EAST PASS)

Stazione di Tokyo o altri luoghi

RACCOMANDAZIONI DI VIAGGIATORI

Il programma Tokyo & Sendai è una miscela perfetta per conoscere il dualismo modernità-tradizione delle due regioni. Prima, a Tokyo, da un lato si è travolti dall'energetica vita notturna e dall'altro si scopre la pace dei suoi templi e persino l'arte dell'origami, mentre a Sendai si è travolti dalla gustosità di uno dei suoi piatti tradizionali - la lingua bovina - e da una moderna architettura prima di tuffarsi nella storia della città. È un itinerario che aiuta a comprendere meglio la cultura cittadina e la peculiarità della cucina e delle tradizioni locali.

Annette White
blogger e autrice di racconti di viaggio
Risiede a Stati Uniti d'America
  • Hobby

    viaggiare, gastronomia, escursioni, conoscere nuove culture

  • Numero di viaggi in Giappone

    2 volte

RACCOMANDAZIONI DI VIAGGIATORI

Data la mia terra di provenienza - la Louisiana, che nel 2005 fu colpita dal terribile uragano Katrina - ero curioso di vedere come stanno procedendo gli sforzi di ricostruzione nella regione di Tohoku dopo il terremoto-maremoto del 2011. Oltre alle aree in cui la ricostruzione tuttora procede, abbiamo potuto constatare il completamento di grandi lavori, comprese le nuove stazioni ferroviarie e di alcune zone residenziali.

Wendell T. Harrison
redattore della rivista All About Japan
Risiede a Tokyo
Paese d'origine: Stati Uniti d'America
  • Hobby

    recitazione, lettura, esercizio fisico e videogiochi

  • Permanenza a Tokyo

    7 anni

Altri itinerari raccomandati nella stessa area

Condividi questa pagina!

Mezzi di trasporto

Itinerari panoramici raccomandati

Altri itinerari seducenti

COPYRIGHT © TOHOKU × TOKYO ALL RIGHTS RESERVED.

Back to Top